Contattaci
059.82.23.04
anoto silver partner

Blog sulla Penna Digitale

Superare il digital divide con la Penna Digitale

Nonostante l’avvento e la sempre maggiore diffusione di dispositivi ‘mobile’ per l’interfacciamento dei dati sui vari sistemi gestionali, molti operatori dei più svariati settori, considerano impossibile l’impiego di un tablet-pc, di un notebook, di un note-pad per l’inserimento dei dati all’interno di un database informatizzato, durante lo svolgimento del loro normale lavoro.Ricerche svolte negli Stati Uniti, hanno dimostrato che ancora 80% delle annotazioni relative all’esecuzione di un compito specifico, nascono su carta e vengono compilati con una normale penna. Questo impone successivamente una trascrizione degli stessi appunti attraverso un coputer all’interno dei diversi sistemi informativi, tutto questo produce costi, aumenta la possibilità di errore ed aumenta l’impiego di tempo degli operatori in attività inutilmente ripetitive.

La Penna e la Carta Digitale Anoto risolvono buona parte di questi inconvenienti, permettono di risparmiare denaro ed avere i dati in tempo reale; il tutto con il gradimento degli operatori che non devono cambiare il loro modo di lavorare. Uno studio molto interessante ad esempio riguarda la quantità di documenti legali, verbali di sedute, compilazione di ‘moduli prestampati’ che viene fatta rigorosamente a mano in ambito legale, o istituzionale. Non bisogna dimenticare che Comuni, ASL ed enti statali, sono tra i primi ad imporre questo tipo di procedure ai propri operatori ed all’utenza.
L’utilizzo della Penna Digitale, consente risparmi sostanziali, e soprattutto in periodo di ‘taglio’ dei fondi disponibili e risorse ridotte ai minimi funzionali, è necessario ottimizzare ogni processo, averne il pieno controllo e questo è possibile solo con informazioni complete e ricevute in tempo reale.
Progetti di Impresa, da questo punto di vista ha integrato ad esempio tutte le funzioni della Penna e Carta Digitale alle soluzioni gestionali dell’ambito socio-sanitario, dove maggiori sono le attività svolte in favore dei cittadini-utenti al di fuori degli uffci degli enti stessi che erogano il servizio; pensiamo agli assistenti sociali, agli operatori socio assistenziali, al servizio infermieristico a domicilio; tutti professionisti impegnati sul territorio e che normalmente compilano dei ‘rapportini’ delle attività svolte all’interno dei diari assistenziali o delle cartelle socio-sanitarie; con vantaggi sostanziali e tangibili sia per la qualità del servizio che per la riduzione dei costi di gestione delle informazioni.

Condividi questo articolo:

Penna digitale sign up form


Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur excepteur sint occaecat cupidatat non

Penna digitalelogin form